Nel 2012 siamo subentrati alla vecchia gestione del Podere Modello, ove prima c’era una coltura intensiva di mais ci sarà domani un qualcosa di differente, anche grazie al vostro apporto. Vogliamo tornare alle origini, recuperare la storia iniziata da Alessandro Rossi: una storia fatta di orticoltura ed insegnamento. Orti in affitto, orti donati, orti convenzionati, corsi di formazione, babysitteraggio, condivisione, scambio… una comunità di ideali e di intenti.

Il senatore del Regno Alessandro Rossi uomo politico di spicco ed esperto di problemi agrari, è figlio dell’imprenditore Francesco, noto fondatore del Lanificio Rossi di Schio. Nel 1845 subentra nella gestione dell’azienda trasformandola in un’impresa capitalistica di grande respiro, tanto che nell'esposizione di Parigi del 1867 il suo lanificio è salutato come “la fabbrica di panni massima e più perfetta d’Italia” (vedi qui la fine fatta da quella massima e perfetta fabbrica).

"Orso nacque da una nobile famiglia di Franchi. Mentre era ancora in fasce un indovino predisse alla madre ch'egli avrebbe ucciso il padre. In giovane età fu inviato alla corte di Carlo Magno per essere educato all'arte della cavalleria. Durante questo periodo Orso dimostrò tale valore da essere eletto al rango di uno dei dodici conti palatini di Carlo Magno. Unica grande sofferenza per Orso era, quando se ne tornava a casa, trovare la madre, memore della profezia, in pianto.

XV GIUGNO MDCCCLXXXIV        (15 giugno 1884)

 

Ad Alessandro Rossi

 

Senatore del Regno

 

Illustre Signore,

 

parve al Comizio di Vicenza che il seguente lavoro, pubblicato dal nostro ALPE nel Bullettino della r. Società Toscana di orticoltura, poi riprodotto nei principali giornali agricoli dell'Italia e dell'estero, potesse venire non inopportunamente presentato ai moltissimi che la cortese ospitalità di Lei accoglie oggi a Sant'Orso. Il Comizio spera ch'Ella vorrà gradire questa pubblicazione almeno in segno dell'ammirazione e della gratitudine che la nostra agricoltura Le professa per i nuovi insegnamenti attesi da una grande opera, augurio e guarentigia di più florido avvenire.

 

Accetti, illustre signore, i sentimenti della più alta stima e del massimo rispetto. 

Contattaci

Ci piace parlare con voi dei nostri progetti. Siamo a disposizione per chiarimenti, acquisti, modifiche e quant'altro vi possa venire in mente.

contattaci